Login

Register

Login

Register

Sito web realizzato con il contributo della Regione Lazio
Sito web realizzato con il contributo della Regione Lazio
In offerta!
CONTRO IL POPULISMO DI SINISTRA
2019

11x18

125 pag.

7,00

IL LIBRO

Dall’Ungheria all’Italia, dopo la Brexit e l’avanzata dei partiti xenofobi, stiamo vivendo un «momento populista» che, lungi dall’essere un rimedio al neoliberismo, secondo Fassin, ne è un sintomo. Gli elettori di estrema destra, infatti, non sono vittime delle quali si debba ascoltare il disagio; il loro risentimento non si trasformerà in rivolta. Il populismo non è, dunque, l’antagonista ma lo strumento del neoliberismo: Wall Street applaude Trump; e, quanto all’Europa neoliberale, Macron non è l’anti-Salvini. In questo quadro l’autore sottolinea l’insensatezza per la sinistra di combattere il neoliberismo, sull’esempio di Podemos e della France insoumise, convertendosi al populismo. Meglio rivolgersi a quelli che rifiutano le sirene del neofascismo: gli astensionisti. E scegliere, in questa fase di democrazia precaria, di ricostruire una sinistra più che costruire un popolo.

AUTORE
Éric Fassin, sociologo impegnato, è professore all’università Paris 8 Vincennes-Saint-Denis e ricercatore del LEGS (Laboratoire d’études de genre et de sexualité, CNRS). Ha pubblicato Démocratie précaire. Chroniques de la déraison d’État (La Découverte, 2012) e Gauche: l’avenir d’une désillusion (Textuel, 2014). In preparazione: Le genre français (La Découverte, 2019).

Informazioni aggiuntive

autore

Éric Fassin

anno

2019

dimensioni

11×18

pagine

125

7,00

In offerta!
2019

11x18

125 pag.

7,00

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com