Login

Register

Login

Register

Sito web realizzato con il contributo della Regione Lazio
Sito web realizzato con il contributo della Regione Lazio

Manifestolibri
Manifestolibri
In questi casi, generalmente significa che il proprietario ha condiviso il contenuto solo con un gruppo ristretto di persone, ha modificato chi può vederlo oppure lo ha eliminato.
Manifestolibri
Manifestolibri
Su «Tradimenti eccellenti», di Augusto Illuminati per manifestolibri
Manifestolibri
Manifestolibri
Una lettura di Lelio La Porta che ringraziamo sul il manifesto dell’ultimo libro di
Alfonso Maurizio Iacono
Socrate a cavallo di un bastone
manifestolibri 2022

Il platonico mito della caverna è usato, nella didattica, per rendere comprensibile il processo che dalla pura conoscenza sensibile (le ombre proiettate sul fondo della caverna ritenute la realtà dal prigioniero incatenato che non può voltarsi per vedere la vera origine della luce) conduce alla conoscenza razionale, costituita dalle idee, alla quale si perviene attraverso un processo di liberazione dalle catene dell’apparenza; il prigioniero, liberatosi non si sa bene come, dai vincoli che lo costringevano con il volto rivolto al fondo della caverna, dopo un peregrinare riassumibile nel latino «per aspera ad astra», raggiunge la visione del sommo bene.

COMPITO ARDUO per l’uomo libero è tornare fra coloro che ancora sono prigionieri e raccontare che ha visto il bene ma a costo del superamento di molteplici difficoltà. Pur di rimanere nel loro stato servile, di ignoranza, gli incatenati non credono al racconto dell’uomo nuovo e quasi sono pronti ad eliminarlo.

Alfonso Maurizio Iacono, nel suo Socrate a cavallo di un bastone, I bambini, il gioco, i mondi intermedi e la messa in scena come pratica della verità (manifestolibri, pp. 165, euro 16), commenta il mito platonico sostenendo che non è tanto la scoperta della luce del sole, il sommo bene, a costituire la verità dell’uomo liberato quanto l’aver fatto esperienza di un mondo diverso e di essere, perciò, in grado di «comparare due mondi». In lui, quindi, secondo Iacono, la consapevolezza di essere stato prigioniero deriva dalla scoperta di un mondo altro, ossia dall’acquisizione del fatto che quello in cui viveva da incatenato «riteneva essere l’unico mondo possibile».

IL MONDO ALTRO è il mondo intermedio, cioè il mondo diverso da quello in cui si vive e nasce dall’imitazione del mondo reale e, proprio in virtù di tale imitazione, da esso si differenzia. Si tratta della situazione paradigmaticamente evocata dal titolo del lavoro di Iacono. Socrate cavalca il bastone per far divertire i suoi bambini e non arrossisce di vergogna per il fatto di sperimentare un mondo altro rispetto al suo, appunto il mondo dei bambini. Questi ultimi, vedendo Socrate e consapevoli del fatto che non sta cavalcando un cavallo, bensì un bastone, che sostituisce il quadrupede, capiscono che, mettendosi d’accordo, il bastone può diventare un cavallo. Il filosofo ateniese si proietta nel mondo dei bambini imitando il mondo adulto.

COSA ACCADE dalla parte dei bambini? Prendendo come referente visivo un quadro di Welti (pittore svizzero morto nel 1912 e amico di Hermann Hesse), La casa dei sogni, in cui alla solitudine dei grandi fa da contrappeso il gioco dei bambini, Iacono sottolinea che la bambina che gioca con la bambola e il bambino che gioca con un cavallino di legno stanno apprendendo la costruzione di mondi intermedi. Il loro è un gioco di sostituzione: la bambina interpreta, imita, sostituisce il ruolo della mamma «stando al suo posto»; lo stesso fa il bambino sostituendo, imitando, interpretando il padre nel ruolo di cavaliere. Entrambi svolgono un apprendissaggio del mondo adulto trasformandolo mentre lo imitano. Eppure nella loro imitazione c’è la realtà del mondo adulto in quanto la bambina, pur restando bambina, «fa la mamma», e il bambino, imitando il padre a cavallo, non è un falso cavaliere, ma è un «attore che sta recitando».

Il viaggio a cui Iacono invita le lettrici e i lettori alla scoperta dei mondi intermedi, meglio ancora, del significato dei mondi intermedi per il gioco tocca diversi autori (oltre a Platone è centrale nell’elaborazione dell’autore la presenza di Bateson); eppure non sembri essere troppo peregrina l’idea che negli interstizi del ragionamento di Iacono ci sia una presenza molto più consistente di quanto possa apparire, quasi un convitato di pietra che si fa notare per il suo non detto: Pirandello. Il rapporto finzione-realtà, ricondotto al gioco, non ricorda lo stesso nesso centrale nell’opera del drammaturgo siciliano?

D’ALTRONDE proprio l’autore, in apertura del suo lavoro, fa riferimento al Premio Nobel del 1934 quando richiama l’affermazione secondo la quale «il comico è l’avvertenza del contrario». Inoltre, come faceva presente il Gramsci cronista teatrale, «c’è nelle sue commedie uno sforzo di pensiero astratto che tende a concretarsi sempre in rappresentazione»: è forse quello che accade quando chi cavalca il bastone sta mettendo in scena una pratica che rappresenta la realtà? Il gioco fra la finzione e la realtà nel mondo intermedio.
Manifestolibri
Manifestolibri
Il 1 febbraio 1945 venne emanato il decreto legislativo luogotenenziale n. 23 che conferiva il diritto di voto alle italiane che avessero almeno 21 anni.
Il decreto Bonomi tuttavia non faceva menzione dell'elettorato passivo: cioè della possibilità, per le donne, di essere votate. L'11 febbraio 1945 l'UDI (Unione donne italiane) compose un telegramma per Bonomi nel quale si richiedeva di sancire anche l'eleggibilità delle donne. Dovette trascorrere poco più di un anno prima che esse venissero accontentate e potessero godere dell'eleggibilità che veniva conferita alle italiane di almeno 25 anni dal decreto n. 74 datato 10 marzo 1946: da questa data in poi le donne potevano considerarsi cittadine con pieni diritti.
Manifestolibri
Manifestolibri
Lelio La Porta su
Maurizio A. Iacono
Socrate a cavallo di un bastone
manifestolibri 2022

Il significato dei mondi intermedi per il gioco e la ricerca della verità
Il significato dei mondi intermedi per il gioco e la ricerca della verità
"Haus der Träume" (La casa dei sogni) di Albert Welti, 1897
SCAFFALE. «Socrate a cavallo di un bastone. I bambini, il gioco, i mondi intermedi e la messa in scena come pratica della verità» di Alfonso Maurizio Iacono, per manifestolibri
Pubblicato 2 giorni fa
Edizione del 31 gennaio 2023
Manifesto Libri ti ha regalato questo articolo.

Per leggere questo articolo su tutti i dispositivi, iscriviti al manifesto. Potrai leggere gratis per sempre altri 3 articoli a tua scelta ogni 7 giorni.

Registrati
Lelio La Porta
Il platonico mito della caverna è usato, nella didattica, per rendere comprensibile il processo che dalla pura conoscenza sensibile (le ombre proiettate sul fondo della caverna ritenute la realtà dal prigioniero incatenato che non può voltarsi per vedere la vera origine della luce) conduce alla conoscenza razionale, costituita dalle idee, alla quale si perviene attraverso un processo di liberazione dalle catene dell’apparenza; il prigioniero, liberatosi non si sa bene come, dai vincoli che lo costringevano con il volto rivolto al fondo della caverna, dopo un peregrinare riassumibile nel latino «per aspera ad astra», raggiunge la visione del sommo bene.

COMPITO ARDUO per l’uomo libero è tornare fra coloro che ancora sono prigionieri e raccontare che ha visto il bene ma a costo del superamento di molteplici difficoltà. Pur di rimanere nel loro stato servile, di ignoranza, gli incatenati non credono al racconto dell’uomo nuovo e quasi sono pronti ad eliminarlo.

Alfonso Maurizio Iacono, nel suo Socrate a cavallo di un bastone, I bambini, il gioco, i mondi intermedi e la messa in scena come pratica della verità (manifestolibri, pp. 165, euro 16), commenta il mito platonico sostenendo che non è tanto la scoperta della luce del sole, il sommo bene, a costituire la verità dell’uomo liberato quanto l’aver fatto esperienza di un mondo diverso e di essere, perciò, in grado di «comparare due mondi». In lui, quindi, secondo Iacono, la consapevolezza di essere stato prigioniero deriva dalla scoperta di un mondo altro, ossia dall’acquisizione del fatto che quello in cui viveva da incatenato «riteneva essere l’unico mondo possibile».

IL MONDO ALTRO è il mondo intermedio, cioè il mondo diverso da quello in cui si vive e nasce dall’imitazione del mondo reale e, proprio in virtù di tale imitazione, da esso si differenzia. Si tratta della situazione paradigmaticamente evocata dal titolo del lavoro di Iacono. Socrate cavalca il bastone per far divertire i suoi bambini e non arrossisce di vergogna per il fatto di sperimentare un mondo altro rispetto al suo, appunto il mondo dei bambini. Questi ultimi, vedendo Socrate e consapevoli del fatto che non sta cavalcando un cavallo, bensì un bastone, che sostituisce il quadrupede, capiscono che, mettendosi d’accordo, il bastone può diventare un cavallo. Il filosofo ateniese si proietta nel mondo dei bambini imitando il mondo adulto.

COSA ACCADE dalla parte dei bambini? Prendendo come referente visivo un quadro di Welti (pittore svizzero morto nel 1912 e amico di Hermann Hesse), La casa dei sogni, in cui alla solitudine dei grandi fa da contrappeso il gioco dei bambini, Iacono sottolinea che la bambina che gioca con la bambola e il bambino che gioca con un cavallino di legno stanno apprendendo la costruzione di mondi intermedi. Il loro è un gioco di sostituzione: la bambina interpreta, imita, sostituisce il ruolo della mamma «stando al suo posto»; lo stesso fa il bambino sostituendo, imitando, interpretando il padre nel ruolo di cavaliere. Entrambi svolgono un apprendissaggio del mondo adulto trasformandolo mentre lo imitano. Eppure nella loro imitazione c’è la realtà del mondo adulto in quanto la bambina, pur restando bambina, «fa la mamma», e il bambino, imitando il padre a cavallo, non è un falso cavaliere, ma è un «attore che sta recitando».

Il viaggio a cui Iacono invita le lettrici e i lettori alla scoperta dei mondi intermedi, meglio ancora, del significato dei mondi intermedi per il gioco tocca diversi autori (oltre a Platone è centrale nell’elaborazione dell’autore la presenza di Bateson); eppure non sembri essere troppo peregrina l’idea che negli interstizi del ragionamento di Iacono ci sia una presenza molto più consistente di quanto possa apparire, quasi un convitato di pietra che si fa notare per il suo non detto: Pirandello. Il rapporto finzione-realtà, ricondotto al gioco, non ricorda lo stesso nesso centrale nell’opera del drammaturgo siciliano?

D’ALTRONDE proprio l’autore, in apertura del suo lavoro, fa riferimento al Premio Nobel del 1934 quando richiama l’affermazione secondo la quale «il comico è l’avvertenza del contrario». Inoltre, come faceva presente il Gramsci cronista teatrale, «c’è nelle sue commedie uno sforzo di pensiero astratto che tende a concretarsi sempre in rappresentazione»: è forse quello che accade quando chi cavalca il bastone sta mettendo in scena una pratica che rappresenta la realtà? Il gioco fra la finzione e la realtà nel mondo intermedio.

Pubblicato 2 giorni fa
Edizione del 31 gennaio 2023
Leggi e diffondi

Regala questo articolo
Manifesto Libri ti ha regalato questo articolo.

Per leggere questo articolo su tutti i dispositivi, iscriviti al manifesto. Potrai leggere gratis per sempre altri 3 articoli a tua scelta ogni 7 giorni.

Registrati
Siamo lenti. Quando il mondo è nero vive bene chi legge rosso.
Abbonati

Il manifesto del manifesto - i nostri valori, la nostra storia

il manifesto/il significato dei mondi intermedi per il gioco e la ricerca della verità
IL MIO MANIFESTOAbbonatiAccedi
INFO
Newsletter
Tariffe
Abbonamenti
La membership del manifesto
Come funziona questo sito
Termini e condizioni
Privacy
Cookie
NOTIZIE
Editoriale
Commenti
Politica
Internazionale
Europa
Italia
Lavoro
Economia
Scuola
Cultura
Visioni
Sport
Rubriche
Appelli
INSERTI
Alias
Alias Domenica
ExtraTerrestre
Le Monde Diplomatique
IL MANIFESTO
Gerenza
Store
Abbonamenti
Contatti
IL QUOTIDIANO
Edizioni Pdf
Ricerca avanzata
Archivio storico
SOCIAL NETWORK
Facebook
Twitter
Instagram
Pinterest
YouTube
Vimeo
Spreaker
IL COLLETTIVO
MdM il manifesto del manifesto
- cooperativa
- giornale
- piattaforma
- comunità
- impresa
- storia
La membership del manifesto
il Collettivo digitale
Global (English edition)
#ilmanifesto50
- app iOS il manifesto
- app Android il manifesto
- app iOS Diplò Italia
- app Android Diplò Italia
Diritti foto e articoli
Correzioni
© 2023 il nuovo manifesto società coop. editrice
Termini e condizioniCookiePrivacy

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.


Mosca abbandona i cadaveri dei soldati e non risarcisce le famiglie
 
Ancora presunti orrori per “Putin il neozar”
 
#manifestolibri #putinilneozar #guerraucraina https://t.co/1vJ3IkxwFu
manifestolibri photo

Ucraina, Zelensky e la moglie su "Vogue": è polemica
 
Chissà che cosa ne pensa “Putin il neozar”
 
#manifestolibri #putinilneozar #Zelensky https://t.co/sDdR7ksTpt
manifestolibri photo

Arriva la Cassa Integrazione per il caldo: stop al lavoro se si superano i 35 gradi
 
Rinfrescati le giornate leggendo qualcosa dal nostro catalogo che trovi sul sito
 
#manifestolibri #cassaintegrazionepercaldo #catalogo #libri https://t.co/FkMbpHYL0l
manifestolibri photo

Leggere è la migliore difesa contro questa malattia che colpisce sempre più persone sopra i 50 anni (e non è l’ignoranza)
 
Leggi il nostro catalogo, lo trovi sul nostro sito
 
#manfestolibri #leggerelibri #libroterapia
 
https://t.co/Bci5VhtvUT

Il linguista Luca Serianni è morto, ma le sue lezioni così amate dagli studenti non finiranno mai
 
E’ il bello della cultura… che contribuiamo a fare nel nostro piccolo
 
Scopri il nostro catalogo online sul sito
 
#manifestolibri #lucaserianni #linguista #catalogo https://t.co/zinp5ZpwOv
manifestolibri photo

Il linguista Luca Serianni è morto, ma le sue lezioni così amate dagli studenti non finiranno mai
 
E’ ilo bello della cultura… che contribuiamo a fare nel nostro piccolo
 
Scopri il nostro catalogo online sul sito
 
#manifestolibri #lucaserianni #linguista #catalogo https://t.co/DmCuKKZUqe
manifestolibri photo

Domani è il compleanno di Augusto Illuminati

Da settembre in libreria qualcosa di bello su di lui 😀

Stay tuned

#manifestolibri #ricominciareognivoltadinuovo #comingsoon https://t.co/Ff9v80eLkz
manifestolibri photo

Un articolo su Cristina Morini e le sue “vite lavorate” tutto da leggere

Ordina il libro dal nostro sito

#manifestolibri #vitelavorate #consiglidilettura https://t.co/HTPU1fuFIQ
manifestolibri photo

Sempre più attuale “Pandemia capitale”
 
Gli autori ricompongono il frammentato quadro di un presente dove il capitale e il valore assestano il colpo di grazia alle risorse umane ed energetiche
 
#manifestolibri #pandemiacapitale #consiglidilettura https://t.co/YFTFh4J1ub
manifestolibri photo

Un video virale di una suora che interrompe un bacio saffico tra due modelle e la vecchia questione della libertà di gestirsi il proprio corpo
 
Anche questo è il nostro “Prendiamo corpo”
 
#manifestolibri https://t.co/4XtJ7nvoPm

Con Repubblica nel 1976 inventó un giornale profondamente innovativo

Oggi il saluto con quest’articolo della Castellina

#manifestolibri #eugenioscalfari #lucianacastellina https://t.co/wVJGAFoYKf
manifestolibri photo

Scuola, i presidi vogliono il ritorno della mascherina: «Altrimenti aumentano i contagi»
 
I nostri giovani avranno un altro inverno complesso… rendiamoli consapevoli con la collana #raccontatiaragazzeeragazzi
 
#manifestolibri #mascherinascuola #collanalibri https://t.co/5CHnnAuho3
manifestolibri photo

Un libro sempre più attuale… un libro da non perdere

Ordinalo sul nostro sito

#manifestolibri #lealtre #rossanarossanda #libro https://t.co/jMUy1UYBbQ
manifestolibri photo

"Cerniera scadente e porta socchiusa, un invito a osare": assolto da accusa di violenza sessuale un ragazzo con una sentenza medioevale della Corte d'appello di Torino. Facciamo cultura sul tema anche col libro “Prendiamo corpo”
Ordinalo dal sito
#manifestolibri #prendiamocorpo https://t.co/q7OTHIrpqn
manifestolibri photo

Firenze, muore di tumore a 37 anni e lascia al figlio un libro per ogni compleanno
 
Una storia triste ma anche dolcissima che si collega alla nostra scelta di creare la collana #raccontatiaragazzeeragazzi
 
#manifestolibri #libribambini #consiglidilettura https://t.co/TmutxtAvqx
manifestolibri photo

I medici ai Maneskin: «Il concerto al Circo Massimo è pericoloso, c’è il picco dei contagi»
 
Siamo a una nuova “Pandemia capitale”?
 
Ordina il libro sul sito
 
#manifestolibri #concertomaneskin #pandemiacapitale https://t.co/kGarQswUxT
manifestolibri photo

Papa Francesco insiste: «Ancora possibile un mio viaggio a Mosca e Kiev».

Chissà cosa ne pensa “Putin il neozar”

Ordina il libro dal sito

#manifestolibri #papafrancesco #putinilneozar https://t.co/wGAOsKmf15
manifestolibri photo

Questo fotografo ha passato la vita a cercare lettere sulle ali delle farfalle e il suo alfabeto è un incanto
 
Scegliamo sempre la bellezza, anche quella del nostro catalogo che trovi sul nostro sito e che puoi ordinare con un click
 
#manifestolibri #bellezza #consiglidilettura https://t.co/ZKCx4Hv3Bo
manifestolibri photo

Zerocalcare ci spiega perché ora la Nato sta giocando con la pelle dei curdi
 
Molti altri temi li illustriamo noi ai giovani con la nostra collana #raccontatiaragazzeeragazzi
 
#manifestolibri #zerocalcare #guerraucraina https://t.co/DbYx6Kjssd
manifestolibri photo

"Se la Nato dispiegherà truppe in Finlandia e Svezia risponderemo allo stesso modo": non sembra voler mollare un solo centimetro “Putin, il neozar”
 
Scopri chi è ordinando il libro dal nostro sito
 
#manifestolibri #putinilneozar #nato #finlandia #svezia https://t.co/nxXaG9ZosM
manifestolibri photo

Maturità 2022… un grosso in bocca al lupo agli studenti che oggi iniziano gli orali

Noi crediamo molto nel loro futuro, come dimostra la collana #raccontatiaragazzeeragazzi che trovate sul sito

#manifestolibri #consiglidilettura https://t.co/ufekwMiRn1
manifestolibri photo

I giornali ci dicono che la Russia è in default tecnico
 
Lo aveva previsto “Putin il neozar”?
 
Ordina il libro dal sito
 
#manifestolibri #putinilneozar #consiglidilettura https://t.co/dBD9clRWZ5
manifestolibri photo

J K Rowling beffata: a colloquio via Zoom con Zelensky, ma era un imitatore
 
Uno scherzo di cattivo gusto per la regina dell’editoria per giovani? Forse anche un modo per sdrammatizzare
 
Come cerchiamo di fare noi con la colla #raccontatiaragazzeragazzi che trovate sul sito https://t.co/IzoOOmo0xa
manifestolibri photo

Ci siamo! Oggi alle 21 ci vediamo alla casa per parlare de “Le altre” di Rossana Rossanda coordinati da Maria Palazzesi
 
Intervengono Lidia Campagnano, Manuela  Fraire e Alessandra Pigliaru
 
#manifestolibri #incontri #lealtre #consiglidilettura
 
https://t.co/HjfmFcoiuo

Il 23 giugno, giovedì, alle h 21:00 alla Casa Internazionale delle Donne di Roma si svolgerà un incontro con Lidia Campagnano, Manuela Fraire, Alessandra Pigliaru per la restituzione di un percorso di incontri nell’ambito dell’iniziativa Herstory

#manifestolibri #incontro https://t.co/c2l3bq2hp9
manifestolibri photo

Questo giovedì tutti alla Casa Internazionale delle Donne per “Le altre” di Rossana Rossandra

#manifestolibri #incontro #lealtre #consiglidilettura https://t.co/G9urSKiWC6
manifestolibri photo

Domani non perdetevi la presentazione di “Vite lavorate” di Cristina Morini al Giardino dei Ciliegi di Firenze alle ore 18
 
In dialogo con Simona Bonsignori e Zoe Vicentini…
 
#manifestolibri #vitelavorate #incontro #consiglidilettura
 
https://t.co/6uMc2Dq85F

“Nel 2050 il rischio di mortalità nelle città di Roma e Milano sarà aumentato dell’8% e del 6%”
 
Lo afferma uno studio Ene
 
Il tema è “caldo”… fatti una culltura leggendo “Eco-logiche” che puoi ordinare dal sito: https://t.co/u9JyNyLlti
 
#manifestolibri #emissioniinquinamento https://t.co/6wE4L32pB1
manifestolibri photo

Quorum del referendum lontanissimo dall’essere raggiunto…

Speriamo che anche grazie alla nostra collana #raccontatiaragazzeeragazzi le nuove generazioni facciano meglio di così

Scoprila sul sito

#manifestolibri #referendumgiustizia #consiglidilettura https://t.co/bnXrkt4dkD
manifestolibri photo

Ci vediamo domenica a Feminism - Fiera dell'editoria delle donne con la presentazione di “Vite salvate” di Cristina Morini alle 18 presso la Casa Internazionale delle Donne a Roma

#manifestolibri #vitesalvate #incontri #consiglidilettura

https://t.co/a2QK38L6i3

Superati i 100 giorni di guerra, ripartiamo da questo scatto già diventato di culto

Contro “Putin il neozar” un rosso passione dei giovani da cui tutto ripartirà

#manifestolibri #putinilneozar #libro #consiglidilettura https://t.co/tolb3tAHyu
manifestolibri photo

Oggi è la Giornata degli Oceani (di plastica): “quello che rilasciamo nel mare ce lo ritroviamo nel piatto”
 
Un’occasione per leggere il nostro “Eco-Logiche”
 
Ordina il libro dal sito qui: https://t.co/u9JyNyLlti
 
#manifestolibri #giornatadeglioceani #ecologiche https://t.co/XCPSQW5Nr6
manifestolibri photo

Propaganda filorussa, al Copasir segnalata una lista di 20 nomi attivi nei media italiani
 
Una ragione in più per contrastare con la cultura chi ti puoi fare leggendo il libro “Putin il neozar”
 
#manifestolibri #putinilneozar #libro #consiglidilettura https://t.co/NTk0Axkd36
manifestolibri photo

Classe obbligata a cantare l’inno della Roma? Ecco com’è nata la falsa notizia
 
Informazione con la nostra collana #Raccontatiaragazzeeragazzi
 
#manifestolibri #fakenews #consiglidilettura #libri
 
https://t.co/ssgiwkQUZS

Putin ha il cancro? Molte voci lo confermerebbero

Sarà questo il più grande nemico di “Putin il neozar”?

Ordina il libro dal sito

#manifestolibri #putincancro #putinilneozar #consiglidilettura https://t.co/5Y9Htp1aOK
manifestolibri photo

Al via il Pride Month: celebriamo il mese dedicato all’orgoglio Lgbtq+

Scopri i titoli delle collana #raccontataaragazzeeragazzi per creare una nuova comunità di giovani colti e liberi

#manifestolibri #pridemonth #orgogliolgbtq+ https://t.co/7biJ5lgmt7
manifestolibri photo

Una bella video-intervista di “Socrate a cavallo di un bastone”

Ordina il libro dal sito

#manifestolibri #socrateacavallodiunbastone #consiglidilettura

https://t.co/obzj7oHpHV

Sciopero della scuola, manifestazioni e sit-in di prof in tutta Italia
 
Ci vogliono più diritti per gli insegnanti e più qualità per gli studenti
 
Puntiamo sulla cultura con la nostra collana #raccontatiaragazzeeragazzi
 
#manifestolibri #scioperaoscuola #consiglidilettura https://t.co/itGjoQkDz0
manifestolibri photo

Il coach che si rifiuta di parlare di basket dopo la strage di Uvalde: «Quando faremo qualcosa per le armi?»
 
Finalmente le coscienze iniziano a scuotersi. Noi proviamo a farlo dalla tenera età con la collana #raccontatiaragazzeeragazzi
 
Scoprila sul sito
 
#manifestolibri https://t.co/jAc5SHtROZ
manifestolibri photo

Strage in Texas, i post del killer su Facebook prima della sparatoria: «Sto per sparare in una scuola»
 
Contro la violenza noi crediamo che valga la cultura de #raccontatiaragazzeragazzi
 
#manifestolibri #stragetexas #violenza #cultura  
 
https://t.co/rnEvMUccd3

«C’è un accordo per i soldati del Battaglione Azov arresisi a Mariupol. Coinvolta anche l’Onu»

Svolta? Intanto scopri “Putin il neozar”

Ordina il libro sul sito

#manifestolibri #battaglioneazov #putinilneozar #consiglidilettura https://t.co/lVjb4zi3Ci
manifestolibri photo

È ufficiale l’uscita della versione slovena di “Donne e confini” della nostra Marta Verginella

Ordina il libro dal sito

#manifestolibri #donneeconfini #martaverginella #consiglidilettura

https://t.co/WZr8l5f8bA

Domani tutti a Milano per parlare di “Vite lavorate”

Tutte le info nell’evento in calce

Ordina il libro dal nostro sito

#manifestolibri #vitelavorate #libro #consiglidilettura

https://t.co/Cr36LkWdqV

Mezza Italia sotto attacco Killnet ma i ragazzi di Anonymous Italia ci proteggeranno
 
Perché i giovani salveranno noi… investiamo nella collana “Raccontati a ragazze e ragazzi”
 
#killnet #raccontatiaragazzeeragazzi #anonymousitalia
 
https://t.co/oFeB9mF335

Sanna Marin, giovane e preparata… una speranza per il futuro della vecchia Europa?
 
Noi crediamo nel futuro dei giovani da sempre come dimostra la nostra collana #Raccontatiaragazzeeragazzi
 
Scoprila sul nostro sito
 
#manifestolibri #sannamarin #consiglidilettura https://t.co/0BgMEnDEsF
manifestolibri photo

Dentro la storia e la memoria pubblica di una insurrezione…

Un bell’articolo del Manifesto in cui si parla del nostro “La Comune di Parigi del 1871”

Ordina il libro dal sito

#manifestolibri #lacomubediparigidel1871 #consiglidilettura

https://t.co/aAps6ackfN

BOOK FAIR
Collana Spazio Marx

La Collana “Spazio Marx” nasce dalla collaborazione tra la manifestolibri e l’associazione che reca lo stesso nome e che ha iniziato le sue attività nel 2018, in occasione del bicentenario della nascita di Karl Marx. La finalità della collana, diretta da Luca Basso, Giorgio Cesarale, Vittorio Morfino e Stefano Petrucciani[...]"

Giovedì 18 novembre 2021 ore 19.00-su questo link
PRESENTAZIONE ONLINE
L’11 SETTEMBRE, LA WAR ON TERROR, LA CACCIA AI VIRUS

IDA DOMINIJANNI 2001. UN ARCHIVIO L’11 settembre, la war on terror, la caccia ai virus L’autrice, Ida DOMINIJANNI, è un’amica e collega, ma soprattutto una filosofa, femminista, notista politica ed esperta di Usa che è stata per anni responsabile delle pagine culturali e editorialista del manifesto e ora tra le[...]"

Mercoledì 17 novembre 2021 ore 15.30-su questo link
BOOK FAIR
LE ALTRE di Rossana Rossanda

Conversazioni a Radiotre sui rapporti tra donne e politica, libertà, fraternità, uguaglianza, democrazia, fascismo, resistenza, stato, partito, rivoluzione, femminismo Presentazione di Lidia Campagnano “Così è successo che dal novembre del 1978 al febbraio del 1979 ho parlato da Radiotre tutti i martedì alle dieci, non senza affanno e con molte[...]"

Martedì 16 novembre 2021 ore 16.00-su questo link
Manifestolibri
Manifestolibri
In questi casi, generalmente significa che il proprietario ha condiviso il contenuto solo con un gruppo ristretto di persone, ha modificato chi può vederlo oppure lo ha eliminato.
Manifestolibri
Manifestolibri
Su «Tradimenti eccellenti», di Augusto Illuminati per manifestolibri
Manifestolibri
Manifestolibri
Una lettura di Lelio La Porta che ringraziamo sul il manifesto dell’ultimo libro di
Alfonso Maurizio Iacono
Socrate a cavallo di un bastone
manifestolibri 2022

Il platonico mito della caverna è usato, nella didattica, per rendere comprensibile il processo che dalla pura conoscenza sensibile (le ombre proiettate sul fondo della caverna ritenute la realtà dal prigioniero incatenato che non può voltarsi per vedere la vera origine della luce) conduce alla conoscenza razionale, costituita dalle idee, alla quale si perviene attraverso un processo di liberazione dalle catene dell’apparenza; il prigioniero, liberatosi non si sa bene come, dai vincoli che lo costringevano con il volto rivolto al fondo della caverna, dopo un peregrinare riassumibile nel latino «per aspera ad astra», raggiunge la visione del sommo bene.

COMPITO ARDUO per l’uomo libero è tornare fra coloro che ancora sono prigionieri e raccontare che ha visto il bene ma a costo del superamento di molteplici difficoltà. Pur di rimanere nel loro stato servile, di ignoranza, gli incatenati non credono al racconto dell’uomo nuovo e quasi sono pronti ad eliminarlo.

Alfonso Maurizio Iacono, nel suo Socrate a cavallo di un bastone, I bambini, il gioco, i mondi intermedi e la messa in scena come pratica della verità (manifestolibri, pp. 165, euro 16), commenta il mito platonico sostenendo che non è tanto la scoperta della luce del sole, il sommo bene, a costituire la verità dell’uomo liberato quanto l’aver fatto esperienza di un mondo diverso e di essere, perciò, in grado di «comparare due mondi». In lui, quindi, secondo Iacono, la consapevolezza di essere stato prigioniero deriva dalla scoperta di un mondo altro, ossia dall’acquisizione del fatto che quello in cui viveva da incatenato «riteneva essere l’unico mondo possibile».

IL MONDO ALTRO è il mondo intermedio, cioè il mondo diverso da quello in cui si vive e nasce dall’imitazione del mondo reale e, proprio in virtù di tale imitazione, da esso si differenzia. Si tratta della situazione paradigmaticamente evocata dal titolo del lavoro di Iacono. Socrate cavalca il bastone per far divertire i suoi bambini e non arrossisce di vergogna per il fatto di sperimentare un mondo altro rispetto al suo, appunto il mondo dei bambini. Questi ultimi, vedendo Socrate e consapevoli del fatto che non sta cavalcando un cavallo, bensì un bastone, che sostituisce il quadrupede, capiscono che, mettendosi d’accordo, il bastone può diventare un cavallo. Il filosofo ateniese si proietta nel mondo dei bambini imitando il mondo adulto.

COSA ACCADE dalla parte dei bambini? Prendendo come referente visivo un quadro di Welti (pittore svizzero morto nel 1912 e amico di Hermann Hesse), La casa dei sogni, in cui alla solitudine dei grandi fa da contrappeso il gioco dei bambini, Iacono sottolinea che la bambina che gioca con la bambola e il bambino che gioca con un cavallino di legno stanno apprendendo la costruzione di mondi intermedi. Il loro è un gioco di sostituzione: la bambina interpreta, imita, sostituisce il ruolo della mamma «stando al suo posto»; lo stesso fa il bambino sostituendo, imitando, interpretando il padre nel ruolo di cavaliere. Entrambi svolgono un apprendissaggio del mondo adulto trasformandolo mentre lo imitano. Eppure nella loro imitazione c’è la realtà del mondo adulto in quanto la bambina, pur restando bambina, «fa la mamma», e il bambino, imitando il padre a cavallo, non è un falso cavaliere, ma è un «attore che sta recitando».

Il viaggio a cui Iacono invita le lettrici e i lettori alla scoperta dei mondi intermedi, meglio ancora, del significato dei mondi intermedi per il gioco tocca diversi autori (oltre a Platone è centrale nell’elaborazione dell’autore la presenza di Bateson); eppure non sembri essere troppo peregrina l’idea che negli interstizi del ragionamento di Iacono ci sia una presenza molto più consistente di quanto possa apparire, quasi un convitato di pietra che si fa notare per il suo non detto: Pirandello. Il rapporto finzione-realtà, ricondotto al gioco, non ricorda lo stesso nesso centrale nell’opera del drammaturgo siciliano?

D’ALTRONDE proprio l’autore, in apertura del suo lavoro, fa riferimento al Premio Nobel del 1934 quando richiama l’affermazione secondo la quale «il comico è l’avvertenza del contrario». Inoltre, come faceva presente il Gramsci cronista teatrale, «c’è nelle sue commedie uno sforzo di pensiero astratto che tende a concretarsi sempre in rappresentazione»: è forse quello che accade quando chi cavalca il bastone sta mettendo in scena una pratica che rappresenta la realtà? Il gioco fra la finzione e la realtà nel mondo intermedio.
Manifestolibri
Manifestolibri
Il 1 febbraio 1945 venne emanato il decreto legislativo luogotenenziale n. 23 che conferiva il diritto di voto alle italiane che avessero almeno 21 anni.
Il decreto Bonomi tuttavia non faceva menzione dell'elettorato passivo: cioè della possibilità, per le donne, di essere votate. L'11 febbraio 1945 l'UDI (Unione donne italiane) compose un telegramma per Bonomi nel quale si richiedeva di sancire anche l'eleggibilità delle donne. Dovette trascorrere poco più di un anno prima che esse venissero accontentate e potessero godere dell'eleggibilità che veniva conferita alle italiane di almeno 25 anni dal decreto n. 74 datato 10 marzo 1946: da questa data in poi le donne potevano considerarsi cittadine con pieni diritti.
Manifestolibri
Manifestolibri
Lelio La Porta su
Maurizio A. Iacono
Socrate a cavallo di un bastone
manifestolibri 2022

Il significato dei mondi intermedi per il gioco e la ricerca della verità
Il significato dei mondi intermedi per il gioco e la ricerca della verità
"Haus der Träume" (La casa dei sogni) di Albert Welti, 1897
SCAFFALE. «Socrate a cavallo di un bastone. I bambini, il gioco, i mondi intermedi e la messa in scena come pratica della verità» di Alfonso Maurizio Iacono, per manifestolibri
Pubblicato 2 giorni fa
Edizione del 31 gennaio 2023
Manifesto Libri ti ha regalato questo articolo.

Per leggere questo articolo su tutti i dispositivi, iscriviti al manifesto. Potrai leggere gratis per sempre altri 3 articoli a tua scelta ogni 7 giorni.

Registrati
Lelio La Porta
Il platonico mito della caverna è usato, nella didattica, per rendere comprensibile il processo che dalla pura conoscenza sensibile (le ombre proiettate sul fondo della caverna ritenute la realtà dal prigioniero incatenato che non può voltarsi per vedere la vera origine della luce) conduce alla conoscenza razionale, costituita dalle idee, alla quale si perviene attraverso un processo di liberazione dalle catene dell’apparenza; il prigioniero, liberatosi non si sa bene come, dai vincoli che lo costringevano con il volto rivolto al fondo della caverna, dopo un peregrinare riassumibile nel latino «per aspera ad astra», raggiunge la visione del sommo bene.

COMPITO ARDUO per l’uomo libero è tornare fra coloro che ancora sono prigionieri e raccontare che ha visto il bene ma a costo del superamento di molteplici difficoltà. Pur di rimanere nel loro stato servile, di ignoranza, gli incatenati non credono al racconto dell’uomo nuovo e quasi sono pronti ad eliminarlo.

Alfonso Maurizio Iacono, nel suo Socrate a cavallo di un bastone, I bambini, il gioco, i mondi intermedi e la messa in scena come pratica della verità (manifestolibri, pp. 165, euro 16), commenta il mito platonico sostenendo che non è tanto la scoperta della luce del sole, il sommo bene, a costituire la verità dell’uomo liberato quanto l’aver fatto esperienza di un mondo diverso e di essere, perciò, in grado di «comparare due mondi». In lui, quindi, secondo Iacono, la consapevolezza di essere stato prigioniero deriva dalla scoperta di un mondo altro, ossia dall’acquisizione del fatto che quello in cui viveva da incatenato «riteneva essere l’unico mondo possibile».

IL MONDO ALTRO è il mondo intermedio, cioè il mondo diverso da quello in cui si vive e nasce dall’imitazione del mondo reale e, proprio in virtù di tale imitazione, da esso si differenzia. Si tratta della situazione paradigmaticamente evocata dal titolo del lavoro di Iacono. Socrate cavalca il bastone per far divertire i suoi bambini e non arrossisce di vergogna per il fatto di sperimentare un mondo altro rispetto al suo, appunto il mondo dei bambini. Questi ultimi, vedendo Socrate e consapevoli del fatto che non sta cavalcando un cavallo, bensì un bastone, che sostituisce il quadrupede, capiscono che, mettendosi d’accordo, il bastone può diventare un cavallo. Il filosofo ateniese si proietta nel mondo dei bambini imitando il mondo adulto.

COSA ACCADE dalla parte dei bambini? Prendendo come referente visivo un quadro di Welti (pittore svizzero morto nel 1912 e amico di Hermann Hesse), La casa dei sogni, in cui alla solitudine dei grandi fa da contrappeso il gioco dei bambini, Iacono sottolinea che la bambina che gioca con la bambola e il bambino che gioca con un cavallino di legno stanno apprendendo la costruzione di mondi intermedi. Il loro è un gioco di sostituzione: la bambina interpreta, imita, sostituisce il ruolo della mamma «stando al suo posto»; lo stesso fa il bambino sostituendo, imitando, interpretando il padre nel ruolo di cavaliere. Entrambi svolgono un apprendissaggio del mondo adulto trasformandolo mentre lo imitano. Eppure nella loro imitazione c’è la realtà del mondo adulto in quanto la bambina, pur restando bambina, «fa la mamma», e il bambino, imitando il padre a cavallo, non è un falso cavaliere, ma è un «attore che sta recitando».

Il viaggio a cui Iacono invita le lettrici e i lettori alla scoperta dei mondi intermedi, meglio ancora, del significato dei mondi intermedi per il gioco tocca diversi autori (oltre a Platone è centrale nell’elaborazione dell’autore la presenza di Bateson); eppure non sembri essere troppo peregrina l’idea che negli interstizi del ragionamento di Iacono ci sia una presenza molto più consistente di quanto possa apparire, quasi un convitato di pietra che si fa notare per il suo non detto: Pirandello. Il rapporto finzione-realtà, ricondotto al gioco, non ricorda lo stesso nesso centrale nell’opera del drammaturgo siciliano?

D’ALTRONDE proprio l’autore, in apertura del suo lavoro, fa riferimento al Premio Nobel del 1934 quando richiama l’affermazione secondo la quale «il comico è l’avvertenza del contrario». Inoltre, come faceva presente il Gramsci cronista teatrale, «c’è nelle sue commedie uno sforzo di pensiero astratto che tende a concretarsi sempre in rappresentazione»: è forse quello che accade quando chi cavalca il bastone sta mettendo in scena una pratica che rappresenta la realtà? Il gioco fra la finzione e la realtà nel mondo intermedio.

Pubblicato 2 giorni fa
Edizione del 31 gennaio 2023
Leggi e diffondi

Regala questo articolo
Manifesto Libri ti ha regalato questo articolo.

Per leggere questo articolo su tutti i dispositivi, iscriviti al manifesto. Potrai leggere gratis per sempre altri 3 articoli a tua scelta ogni 7 giorni.

Registrati
Siamo lenti. Quando il mondo è nero vive bene chi legge rosso.
Abbonati

Il manifesto del manifesto - i nostri valori, la nostra storia

il manifesto/il significato dei mondi intermedi per il gioco e la ricerca della verità
IL MIO MANIFESTOAbbonatiAccedi
INFO
Newsletter
Tariffe
Abbonamenti
La membership del manifesto
Come funziona questo sito
Termini e condizioni
Privacy
Cookie
NOTIZIE
Editoriale
Commenti
Politica
Internazionale
Europa
Italia
Lavoro
Economia
Scuola
Cultura
Visioni
Sport
Rubriche
Appelli
INSERTI
Alias
Alias Domenica
ExtraTerrestre
Le Monde Diplomatique
IL MANIFESTO
Gerenza
Store
Abbonamenti
Contatti
IL QUOTIDIANO
Edizioni Pdf
Ricerca avanzata
Archivio storico
SOCIAL NETWORK
Facebook
Twitter
Instagram
Pinterest
YouTube
Vimeo
Spreaker
IL COLLETTIVO
MdM il manifesto del manifesto
- cooperativa
- giornale
- piattaforma
- comunità
- impresa
- storia
La membership del manifesto
il Collettivo digitale
Global (English edition)
#ilmanifesto50
- app iOS il manifesto
- app Android il manifesto
- app iOS Diplò Italia
- app Android Diplò Italia
Diritti foto e articoli
Correzioni
© 2023 il nuovo manifesto società coop. editrice
Termini e condizioniCookiePrivacy
This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.


Mosca abbandona i cadaveri dei soldati e non risarcisce le famiglie
 
Ancora presunti orrori per “Putin il neozar”
 
#manifestolibri #putinilneozar #guerraucraina https://t.co/1vJ3IkxwFu
manifestolibri photo

Ucraina, Zelensky e la moglie su "Vogue": è polemica
 
Chissà che cosa ne pensa “Putin il neozar”
 
#manifestolibri #putinilneozar #Zelensky https://t.co/sDdR7ksTpt
manifestolibri photo

Arriva la Cassa Integrazione per il caldo: stop al lavoro se si superano i 35 gradi
 
Rinfrescati le giornate leggendo qualcosa dal nostro catalogo che trovi sul sito
 
#manifestolibri #cassaintegrazionepercaldo #catalogo #libri https://t.co/FkMbpHYL0l
manifestolibri photo

Leggere è la migliore difesa contro questa malattia che colpisce sempre più persone sopra i 50 anni (e non è l’ignoranza)
 
Leggi il nostro catalogo, lo trovi sul nostro sito
 
#manfestolibri #leggerelibri #libroterapia
 
https://t.co/Bci5VhtvUT

Il linguista Luca Serianni è morto, ma le sue lezioni così amate dagli studenti non finiranno mai
 
E’ il bello della cultura… che contribuiamo a fare nel nostro piccolo
 
Scopri il nostro catalogo online sul sito
 
#manifestolibri #lucaserianni #linguista #catalogo https://t.co/zinp5ZpwOv
manifestolibri photo

Il linguista Luca Serianni è morto, ma le sue lezioni così amate dagli studenti non finiranno mai
 
E’ ilo bello della cultura… che contribuiamo a fare nel nostro piccolo
 
Scopri il nostro catalogo online sul sito
 
#manifestolibri #lucaserianni #linguista #catalogo https://t.co/DmCuKKZUqe
manifestolibri photo
BOOK FAIR
Collana Spazio Marx

La Collana “Spazio Marx” nasce dalla collaborazione tra la manifestolibri e l’associazione che reca lo stesso nome e che ha iniziato le sue attività nel 2018, in occasione del bicentenario della nascita di Karl Marx. La finalità della collana, diretta da Luca Basso, Giorgio Cesarale, Vittorio Morfino e Stefano Petrucciani[...]"

Giovedì 18 novembre 2021 ore 19.00-su questo link
PRESENTAZIONE ONLINE
L’11 SETTEMBRE, LA WAR ON TERROR, LA CACCIA AI VIRUS

IDA DOMINIJANNI 2001. UN ARCHIVIO L’11 settembre, la war on terror, la caccia ai virus L’autrice, Ida DOMINIJANNI, è un’amica e collega, ma soprattutto una filosofa, femminista, notista politica ed esperta di Usa che è stata per anni responsabile delle pagine culturali e editorialista del manifesto e ora tra le[...]"

Mercoledì 17 novembre 2021 ore 15.30-su questo link
BOOK FAIR
LE ALTRE di Rossana Rossanda

Conversazioni a Radiotre sui rapporti tra donne e politica, libertà, fraternità, uguaglianza, democrazia, fascismo, resistenza, stato, partito, rivoluzione, femminismo Presentazione di Lidia Campagnano “Così è successo che dal novembre del 1978 al febbraio del 1979 ho parlato da Radiotre tutti i martedì alle dieci, non senza affanno e con molte[...]"

Martedì 16 novembre 2021 ore 16.00-su questo link
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com